DPCM 15 GENNAIO 2021, COSA ASPETTARCI? SITUAZIONE PALESTRE E PISCINE

DPCM 15 GENNAIO 2021, COSA ASPETTARCI? SITUAZIONE PALESTRE E PISCINE.

NUOVE RESTRIZIONI O MIGLIORAMENTI? DPCM 15 GENNAIO 2021.

Siamo nuovamente alle porte di un nuovo DPCM che entrerà in vigore dalla giornata del 17 Gennaio 2021.

Cosa aspettarci?

Purtroppo gli ultimi dati ,non solo Italiani ma su scala Europea ,non sono in miglioramento, anzi sembra che le festività, nonostante le restrizioni, abbiano causato un peggioramento nell’evoluzione della pandemia

Il governo sembra infatti intenzionato a intensificare le restrizioni, spinto soprattutto dalla comunità scientifica che teme una terza ondata di contagi.

PALESTRE E PISCINE?

Siamo un blog sportivo e in quanto tale non parleremo di altri settori

Quindi, cosa succederà a palestre e piscine? Uno dei settori più colpite dalle restrizioni insieme ai ristoratori.

Se per quest’ultimi la situazione sembra peggiorare ancora, per i proprietari di palestre, piscine e centri sportivi inizia a vedersi una luca in fondo al tunnel.

Infatti è in corso il confronto tra il ministro dello Sport Spatafora e il Cts per l’elaborazione delle nuove linee guida che consentirebbero la riapertura almeno per le lezioni individuali. Allo studio anche la possibile riapertura nelle nuove “zone bianche” da istituire nei territori del Paese con Rt sotto lo 0,5.

ZONA BIANCA?

Avete letto bene, ZONA BIANCA!

Si tratterebbe di una quarta zona che consentirebbe finalmente la riapertura delle palestre, piscine e centri sportivi.

Ovviamente con restrizioni sugli ingressi , controllo della temperatura e tutte le necessarie precauzioni per evitare la diffusione del virus…tutte condizioni che abbiamo ormai accettato nel nostro quotidiano da un anno a questa parte.

COME SI DIVENTA ZONA BIANCA?

Non solo zone rosse, arancioni e gialle. Le nuove misure pensate dal governo prevederanno anche una zona bianca dove i dati relativi ai contagi siano quasi azzerati (incidenza di 50 casi ogni 100mila abitanti e Rt sotto a 1): si tratterebbe, dal punto di vista del governo, di un «segnale di speranza» per il futuro, perché ad oggi nessuna regione si trova in questa condizione.

Resterebbe in vigore comunque il divieto di assembramento, il mantenimento del distanziamento sociale e l’uso delle mascherine.

La possibilità di rientrare in zona bianca sembra essere più plausibile per le piccole realtà urbane ma non per le grandi città più soggette ad un aumento dei contagi.

Nulla è sicuro fino all’ufficialità da parte del governo che dovrebbe avvenire domani sera.

Nel frattempo consultate il nostro articolo su come allenarsi a casa che, per adesso , sembra essere la soluzione migliore.

A presto!

Il Team SportMuscle.

Rispondi